fbpx

IMPLANTOLOGIA

Implantologia moderna

L’implantologia è la tecnica più innovativa per sostituire i denti mancanti e riottenere la fiducia in sé stessi  con un sorriso naturale e sano, spesso anche in 24 ore. Un impianto dentale è composto da una vite in titanio, completamente biocompatibile, che si integra perfettamente con l’osso, diventando come una radice naturale in cui si può appoggiare una corona fissa o, nel caso di mancanze multiple, un ponte dentale.

La nostra clinica usa impianti di alta qualità e garanzia (Megagen, Straumann, Schutz, Ankylos Dentsply), la cui superficie viene trattata con diversi prodotti per accelerare e facilitare il proceso di osteointegrazione. Grazie alla vasta gamma di elementi protesici che i nostri distributori offrono con garanzia a vita, abbiamo la possibilità di costruire denti fissi con la massima funzionalità, naturalezza e longevità. Il posizionamento di impianti dentali è una procedura chirurgica semplice, breve e senza dolore, eseguita con anestesia endovenosa cosciente, grazie alla quale il paziente raggiunge uno stato di completo rilassamento.

Prezzi

Implantologia computer guidata

L’implantologia computer guidata è la tecnica più avanzata dell’implantologia moderna mondiale. Dopo aver raccolto informazioni dalla tomografia (TAC 3D) , è possibile simulare al computer l’intervento di inserimento degli impianti e pianificare con la massima precisione il posizionamento e l’inclinazione per ogni caso.

In questo modo si  evitano i più comuni problemi clinici ed estetici derivanti dall’errato posizionamento degli impianti dentali. Il trasferimento del progetto dal computer al paziente avviene attraverso la fabbricazione delle mascherine chirurgiche,  chiamate “Dime chirurgiche”.
I vantaggi di questa tecnica sono:

  • Invasività ridotta al minimo
  • Chirurgia senza bisturi e punti di sutura, così che non si verifichino edema, dolore o sangue.
  • Controllo preciso della posizione dell’impianto
  • Possibilità di fabbricare la protesi fissa provvisoria prima dell’intervento

Torna comodo in tutte quelle situazioni in cui, per fabbricare le protesi fisse, il posizionamento dell’impianto richiede un’angolazione particolare, per esempio nelle tecniche “All on 4” o negli impianti angolari per i casi di mancanza d’osso.

Grazie all’implantologia guidata, a intervento concluso, il paziente potrà subito tornare a sorridere con i suoi nuovi denti con carico immediato sugli impianti. La protesi viene fabbricata prima dell’intervento, in modo da poter essere posizionata all’istante sugli impianti.

Implantologia a carico immediato

Quando l’implantologia muoveva i suoi primi passi, dopo il posizionamento dell’impianto nell’osso, era prassi comune aspettare circa tre o quattro mesi per collocarvi sopra la corona o la protesi fissa. Questo è il tempo necessario per l’osteointegrazione dell’impianto dentale.

Con lo sviluppo dell’odontoiatria, della chirurgia e della tecnologia è ormai possibile, nella maggioranza dei casi, caricare immediatamente l’impianto con una corona fissa. Il carico immediato si può usare per un solo impianto quando viene sostituito un solo dente o per tutta l’arcata nel caso ci siano 4, 6 o 8 impianti.

La protesi a carico immediato è una protessi fissa provvisoria collocata sugli impianti, non una protesi mobile  posta sulle gengive che  potrebbe arrecare qualche fastidio al paziente perché non è fissa, esercita pressione sulla superficie di impianti e può danneggiare e interferire con il processo di  osteointegrazione.

Però dobbiamo anche tener presente che questa tecnica si usa solo su quei pazienti che hanno una buona quantità e qualità dell’osso e gli impianti hanno sufficiente stabilità primaria (maggiore di 35 N/cm). Successivamente, il chirurgo valuta la vostra situazione e analizza la TAC 3D, così da stabilire se siete dei buoni candidati per l’implantologia a carico immediato.

Sostituzione di uno o piu denti

  • Se avete perso un solo dente non è più necessario sacrificare quelli adiacenti per stabilire un ponte.Un impianto endo-osseo di titanio è la scelta giusta per questo caso.
  • La mancanza parziale dei denti viene trattata con ponti sorretti da impianti dentali. In questo modo è possibile riabilitare anche tutta l’arcata dentaria con protesi fissa.

Sostituzione dell’intera arcata

Con gli impianti dentali è possibile anche ripristinare un’intera arcata, per cui non sarà più necessario soffrire e imbarazzarsi durante la masticazione o una conversazione per colpa delle protesi mobili  dalla paura che si muovono. Il minimo numero di impianti che occorre per sostituire una arcata intera è quattro; ecco spiegato il perché la tecnica si chiama “Tutto su 4” o “All on 4”.

Tuttavia, più alto il numero degli impianti nel mascellare, migliori saranno la funzionalità e la longevità della protesi fissa. Le forze si distribuiscono equamente su tutti gli impianti e così la possibilità che un impianto si sovraccarichi e fallisca diminuisce. Il mascellare superiore richiede un numero maggiore di impianti perché la qualità dell’osso non è uguale a quella del mascellare inferiore. Così, per sostituire l’arcata superiore, vengono utilizzate soprattutto le tecniche “Tutto su 6” o “Tutto su 8”

All on 4

È una tecnica che consiste nel posizionamento di quattro impianti e di una protesi fissa avvitata  sopra di loro. Di solito si usa nel mascellare inferiore nei casi in cui il paziente non abbia abbastanza osso per ospitare sei impianti. In tal caso, gli ultimi due impianti sono posizionati angolati per evitare strutture anatomiche importanti come il nervo mandibolare inferiore e il seno mascellare.

Questa tecnica non è particolarmente indicata per il mascellare superiore, perché l’osso è più fragile e la possibilità di complicazioni è più alta. 24-48 ore dopo l’intervento è possibile avvitare una protesi provvisoria, per poi, dopo 3 o 4 mesi, costruire la protesi definitiva in metallo-ceramica o zirconia.

All on 6


In questo caso la protesi fissa è appoggiata su sei impianti: standard d’oro per l’implantologia. Quando la situazione dell’osso lo permette, il chirurgo cerca di mettere almeno sei impianti nel mascellare, perché questo dà una garanzia a vita per la sovrastruttura e per la stabilità degli impianti. In questo modo si sostituisce perfettamente l’intera arcata con un numero massimo di denti 12/14 in metallo-ceramica o zirconia.

Nel caso in cui la qualità dell’osso non dovesse essere sufficientemente buona, specialmente nel mascellare superiore, il chirurgo provvederà ad aumentare a sette o otto il numero degli impianti per arcata.

Overdenture

 

Con questa modalità di trattamento la fase chirurgica è la stessa, ma la sovrastruttura cambia. Così si possono usare 4, 6, o qualche volta anche 2 impianti per stabilire una protesi rimovibile.

Questa protesi, in contrasto con quelle mobili tradizionali, è fissa durante la masticazione e durante la conversazione, così non dovrete più temere che si muova mentre mangiate il vostro cibo preferito o che cada dalla bocca quando state chiacchierando con i vostri amici.

L’overdenture ha anche una piastrella di resina molto ridotta, così che sia molto facile abituarcisi. Non avrete più bisogno di usare la pasta adesiva come nelle tradizionali protesi mobili. Il collegamento della protesi con gli impianti è fatto con un sistema maschio-femmina del tipo “attacchi a pallina” o a “barra”.

La protesi può essere tolta in qualsiasi momento grazie a  una tecnica che vi sarà insegnata dal nostro staff. I vantaggi di questa tecnica consistono principalmente nella stabilità, nel risultato estetico e nell’igiene impeccabile che vengono ottenuti dal paziente. Quando finite di mangiare, la protesi può essere rimossa dalla bocca, di modo da pulire gli impianti e la resina della protesi. L’igiene è il fattore che, più di tutti gli altri, determina la longevità degli impianti dentali.

Con questa protesi si può usare anche un numero inferiore di impianti. Ciò la rende una soluzione perfetta anche per coloro che non possono permettersi di sostenere il costo delle protesi fisse in ceramica e zirconio.